Il comune di Bisaccia è ubicato su una dorsale posta tra gli alti rami del torrente Carapelle ed il bacino del fiume Ofanto, a ridosso dell’altopiano del Formicoso, ha una popolazione di 4.382 abitanti ed un territorio che si estende per 101 Km.q. E’ il secondo comune della provincia di Avellino per estensione.
Collegata alle rovine dell’antica città sannita di Romulea, la sua fondazione viene riferita all’età alto-medievale ma non mancano importanti testimonianze preistoriche dell’età del ferro e del bronzo recuperate nel corso degli scavi archeologici della necropoli sulla collina denominata Cimitero Vecchio che rivelano che questo posto era già abitato nel X secolo AC.
Fra le sepolture riportate alla luce, importante per i ricercatori è la cosiddetta “Principessa di Bisaccia” del VII secolo a. C., esposta  nel Museo Civico inaugurato recentemente e che ha sede nel Castello Ducale di Federico II la cui maestosità e bellezza sono facilmente visibili. In passato oltre a essere stato residenza di caccia di Federico II ha ospitato Torquato Tasso e Francesco De Sanctis il quale nel suo famoso “Viaggio Elettorale” scrisse: ….. “Molti gentili pensieri io colsi in te. Quel garbo nella conversazione, quell’accordo de’ visi, se non de’ cuori, quella semplicità e naturalezza di accoglienza, quella nessuna giustificazione e nessuna vanteria, anzi quel non parlarmi punto dell’elezione, e quel fare gli onori di casa all’ospite tutti, quasi Bisaccia fosse stata una casa sola, oh! Nessuno pensiero gentile trovò freddo il mio cuore. Addio, Bisaccia la gentile“.

COSA VEDERE
CASTELLO FEDERICO II di Svevia
Museo Civico www.museobisaccia.it